News Ticker

Resoconto del Consiglio Comunale del 12 giugno 2014

L'ospedale di Pergola

L'ospedale di Pergola

Il 12 giugno 2014 si è tenuto il primo Consiglio Comunale dopo le elezioni del 25 maggio, il primo con Pergola Unita sui banchi della sala consiliare. L’ordine del giorno prevedeva le formalità di rito e di insediamento da parte del nuovo consiglio, il giuramento del Sindaco, la convalida degli eletti e la presa d’atto della comunicazione della composizione della giunta comunale e della costituzione dei gruppi consiliari. A tal proposito, è da registrare che il consigliere Mauro Renzi, eletto nelle file di Pergola nel Cuore, non farà parte del medesimo gruppo consiliare. La discussione si è sviluppata poi sul punto all’ordine del giorno per la tutela dell’Ospedale di Pergola e per l’immediata attivazione di due posti letto di terapia intensiva/assistenza post-operatoria proposto dal gruppo di maggioranza, presentato dal capogruppo di Pergola nel Cuore Antonio Baldelli.

L'ospedale di Pergola L'ospedale di Pergola

Il dispositivo prevedeva:

  • al primo punto di “censurare fortemente le decisioni assunte in questi anni dalla Giunta Regionale e dai dirigenti dell’ASUR, decisioni che hanno portato alla chiusura di numerosi servizi dell’ospedale di Pergola, al depotenziamento di quelli ancora attivi, alla riduzione dei suoi posti letto e che, oggi, pongono in serio pericolo la stessa sopravvivenza dell’ospedale.”
  • al secondo punto “chiedeva alla giunta regionale e all’assessore regionale alla Sanità Almerino Mezzolani il mantenimento delle loro promesse e, dunque, il potenziamento dell’ospedale di Pergola con l’attivazione di due posti letto di terapia intensiva/assistenza post-operatoria in modo tale da evitare la chiusura del civico nosocomio”.

Pergola Unita, per voce del capogruppo Graziano Ilari, ha espresso piena e massima collaborazione con l’attuale amministrazione per raggiungere gli obiettivi di potenziamento dell’ospedale di Pergola, riconoscendo il ruolo istituzionale del Sindaco come interlocutore principale nei confronti della Regione Marche e dell’ASUR, dando Ilari stesso la propria disponibilità come capogruppo di Pergola Unita e esponente del Partito Democratico a dar man forte e supporto al Sindaco in tutte le sedi opportune.
Ilari ha inoltre elencato le integrazioni all’odg che il Gruppo di Pergola Unita, in continuità con il programma presentato in campagna elettorale, avrebbe voluto inserire nel testo da approvare, tra cui la nomina dei primari dei reparti di chirurgia, medicina e riabilitazione, l’istituzione dell’equipe di anestesia con relativo responsabile in loco e prolungamento dell’orario di servizio, il potenziamento del servizio di cardiologia con l’annessione di una figura medica al reparto di medicina, riportando inoltre a regime il personale medico e paramedico mancante.

Il capogruppo di Pergola Unita Ilari ha poi proposto la modifica del primo punto all’ordine del giorno, relativo alla censura delle decisioni assunte dalla Giunta Regionale e dall’ASUR.
Ilari infatti ha sottolineato che se l’Ospedale di Pergola è inserito nel Piano Sanitario Regionale come Ospedale per acuti, questo risultato è stato ottenuto grazie al dialogo e alla capacità di relazionarsi con gli organi regionali preposti, e che il testo così presentato dalla maggioranza risulta di netta rottura e controproducente per raggiungere l’obiettivo primario del potenziamento del nostro ospedale.

Pergola Unita infatti crede fermamente che, in una fase delicata come questa, sia necessario l’impegno unitario di amministrazione e opposizione consiliare, e che la salvaguardia dell’Ospedale Santi Carlo e Donnino, patrimonio prezioso per Pergola e l’intera Valle del Cesano, passi attraverso gli strumenti del dialogo e della collaborazione con tutti gli interlocutori preposti.

Pertanto, Ilari, in conclusione del suo intervento, ha dichiarato voto favorevole all’odg se fossero state accolte le modifiche proposte, che non avrebbero snaturato, ma anzi rafforzato, il testo presentato dal capogruppo Baldelli.

Se invece tali modifiche non fossero state accolte, per riconfermare comunque la collaborazione in precedenza offerta, Ilari ha comunicato voto di astensione del gruppo Pergola Unita.

Tali modifiche migliorative non sono state accolte dalla maggioranza che, per ragioni di opportunità politica, ha votato a favore dell’odg originariamente proposto, mentre Pergola Unita si è astenuta confermando quanto sopra dichiarato.

Il Consiglio è poi continuato con la trattazione degli altri punti all’ordine del giorno relativi all’integrazione del regolamento comunale per la celebrazione dei matrimoni civili al di fuori dell’orario di ufficio e nei giorni festivi, alla determinazione delle rate e delle scadenze di versamento della TARI 2014 e alla determinazione prezzi di cessione per l’anno 2014 delle aree e fabbricati da destinare alla residenza, all’attività produttive e terziarie.

Tutti i punti all’ordine del giorno, ad eccezione di quello relativo all’ospedale, sono stati votati all’unanimità da tutti i consiglieri, mentre l’elezione della commissione elettorale comunale sarà completata con il rappresentante espresso dalla minoranza in una prossima sessione.

Riguardo alla determinazione dell’importo dei gettoni di presenza da corrispondere ai consiglieri, i componenti del gruppo di Pergola Unita e, di seguito, il consigliere Mauro Renzi hanno già annunciato che destineranno a scopi sociali il loro gettone.

1 Commento su Resoconto del Consiglio Comunale del 12 giugno 2014

  1. identicon Fabio Ceccarani // 13 giugno 2014 a 15:58 // Rispondi

    E’ il classico sporco trucco di creare un ordine del giorno che non sia votabile nemmeno da chi sostiene la causa…e questi di sporchi trucchi ne conoscono…

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*