News Ticker

PSR 2014-2020 della Regione Marche. Un’opportunità da non perdere.

Venerdì scorso 12 febbraio 2015 presso la  Sala Consiliare del Comune di Corinaldo, si è tenuta l’assemblea aperta sul PSR 2014-2020 della Regione Marche, organizzata da GAL Flaminia Cesano rivolta a pro-loco, imprese, scuole, operatori turistici, associazioni, privati.
Nei giorni precedenti si sono tenuti altri due incontri: uno per gli enti pubblici e uno per le associazioni di categoria.
Anche la nostra associazione è stata invitata e due membri del direttivo, Silvia Carbone, vice presidente e Fabio Ceccarani, hanno partecipato all’assemblea.

Come è nostra consuetudine anche questa volta cercheremo di informare la cittadinanza sulle opportunità che si presentano a favore del nostro territorio, del nostro Comune e in questo caso anche di imprese, associazioni, scuole, ecc…
Questa è solo un’introduzione molto sintetica e semplificata all’argomento che richiederebbe ben altri approfondimenti; in ogni caso metteremo sempre i riferimenti ai siti internet su cui poter trovare le informazioni complete.

Il tema generale è quello dei finanziamenti europei che (in questo caso) arrivano sui territori attraverso le regioni che redigono dei programmi di sviluppo di 7 anni.
Prima di entrare nel merito dell’argomento è però necessario conoscere il contesto e qualche sigla:

GAL: Gruppo Azione Locale. Pergola fa parte del GAL Flaminia Cesano (www.galflaminiacesano.it) che comprende 22 comuni:
Provincia di Pesaro Urbino: Barchi,  Fossombrone, Fratte Rosa, Frontone, Mombaroccio, Mondavio, Monteciccardo, Montefelcino, Montemaggiore al Metauro, Monte Porzio, Orciano di Pesaro, Pergola, Piagge, Saltara, San Costanzo, San Giorgio di Pesaro, San Lorenzo in Campo, Sant’Ippolito, Serra Sant’Abbondio, Serrungarina.
Provincia di Ancona: Corinaldo,Trecastelli.
PSR 2014-2020: Programma Sviluppo Rurale (titolo originale “Italy – Rural Development Programme (Regional) – Marche”). (Sito Regione Marche)
PSL: Piano Sviluppo Locale (è il piano che redige il GAL). (www.galflaminiacesano.it)
PIL: Piani Integrati Locali (sono i piani che redigono i Comuni in forma aggregata)

 

Il PSR 2014-2020 prevede per i GAL 60 milioni di euro distribuiti tra i 6 GAL delle Marche in base a superficie e popolazione.
Per il GAL Flaminia Cesano la cifra sarà approssimativamente di 8/9 milioni di euro.
I GAL devono, attraverso una strategia di sviluppo locale di tipo partecipativo, creare un PSL per mezzo del quale distribuiranno i soldi in due modalità:

  • per 2/3 attraverso i PIL creati da aggregazioni di comuni;
  • per 1/3 attraverso bandi normali a cui quindi sarà possibile partecipare anche senza formare aggregazioni.

Il PSL dovrà programmare interventi in soli 3 ambiti tematici scelti fra i 14 previsti dal PSR Marche per i GAL (li trovate nella scheda dei fabbisogni, vedi sotto).
I 3 ambiti tematici verranno scelti anche in base alle risposte alla  scheda dei fabbisogni presente nel sito del GAL la cui compilazione è richiesta a enti, associazioni, ecc..
Questa è quindi una fase di ascolto del territorio (Fase di sostegno preparatorio).
Per capire meglio, dal sito del GAL: “L’approccio partecipativo della programmazione dal basso prevede che il GAL sostenga lo sforzo delle comunità locali per tracciare percorsi di sviluppo autonomi e vicini alle esigenze specifiche del territorio; tale azione si manifesta tramite la ricerca di soluzioni innovative e differenziate in maniera da creare per ciascuna realtà locale le opportunità di crescita sia sociale che economica più adeguate e consone all’organizzazione di quel territorio.”

Come funzionano i PIL

  • I PIL sono progetti di iniziativa pubblica;
  • alla progettazione possono partecipare anche privati, associazioni e in generale i portatori di interessi della tematica scelta; quindi anche le azioni finanziate potranno includere una parte per il pubblico e una parte per il privato (esempio molto semplificato: interventi per barriere architettoniche per disabili: i privati adeguano gli accessi ai negozi, il comune adegua i marciapiedi eliminando scalini e ostacoli);
  • il compito di coinvolgere i privati spetta ai comuni essendo comunque i PIL dei progetti di iniziativa pubblica;
  • ogni PIL deve essere proposto da più comuni, fino ad una aggregazione di massimo 10 comuni;
  • ci deve essere continuità territoriale tra comuni di un PIL;
  • ogni comune può partecipare ad un solo PIL;
  • il GAL fisserà dei tetti massimi di spesa per i PIL;
  • viene generalmente finanziata solo una percentuale della spesa necessaria per il progetto (per i comuni è generalmente del 70/80%);

Alcuni PIL si stanno già formando, come ad esempio uno riguardante il Monte Catria o altri che avranno come tema la promozione prodotti locali.
Solo e titolo di esempio, tra le tipologie di interventi che potrebbero potenzialmente essere finanziate attraverso un PIL ci sono percorsi cicloturistici attrezzati con aree di sosta, progetti culturali di vario tipo, strutture per turismo slow, ma stando a quanto esposto durante l’assemblea dall’arch. Luzi del GAL, le possibilità sono molto ampie e ricadenti in diversi ambiti.

 

Cosa c’è da fare ora

Tutti coloro che hanno partecipato a questa fase (quindi enti, associazioni di categorie, associazioni, ecc.) sono stati invitati a compilare e inviare al GAL Flaminia Cesano la scheda dei fabbisogni e verranno inviati a partecipare ai tavoli tematici che rientrano nella fase successiva a questa.
Dopo la fase di ascolto il GAL dovrà preparare il PSL in cui saranno inserite le tematiche scelte; quindi i Comuni che avranno aderito a un PIL dovranno iniziare a muoversi per la parte di progettazione coinvolgendo anche associazioni, aziende, ecc, che hanno partecipato alle altre fasi di scelta della tematica. Se tutto andrà bene il progetto verrà finanziato per la percentuale stabilita.

Tutto questo è, come già detto, una semplificazione (tra l’altro alcune cose sono ancora in fare di definizione); nel sito del GAL Flaminia Cesano trovate tutte le informazioni ufficiali e complete.

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*