PerCORSO di guerra

Un PerCORSO di guerra.
Nessuno ricorda il corso di Pergola ridotto così male.

Centinaia di sanpietrini staccati, buche, pozzanghere immense quando piove o nevica, persone che inciampano e cadono.
Dopo nove anni e mezzo il massimo che l’amministrazione è riuscita a fare, proprio in questi giorni, sono le righe dei parcheggi (era ora, erano ormai scomparse quasi del tutto) e degli orrendi RATTOPPI DI ASFALTO sopra i sanpietrini.
Quasi dieci anni senza manutenzione e il corso, che dovrebbe essere il “salotto buono” della città è vergognosamente degradato.

Magari gli attuali amministratori avranno il coraggio, come sempre, di dare la colpa alle precedenti amministrazioni.
La verità è che, dopo quasi dieci anni che sei al governo, se c’è un problema non risolto la colpa è solo tua, perché non ti sei accorto, dopo dieci anni, che SEI TU LA PRECEDENTE AMMINISTRAZIONE.
Dieci anni sono lunghi e sufficienti per sistemare molte cose.
La verità è che non ne sono stati capaci: hanno fallito su tutti i fronti e IL FALLIMENTO È SOTTO GLI OCCHI DI TUTTI.
Il corso, così come tutto il centro storico, è stato infatti completamente trascurato in questi ultimi dieci anni, nonostante i molti problemi di chi ci abita, chi lo frequenta e soprattutto dei commercianti, che tentano di resistere nonostante Pergola si stia rapidamente spopolando e l’economia stia morendo.

Essere “tra i borghi più belli d’Italia” non deve essere solo sulla carta anzi, a maggior ragione, il corso cittadino deve essere degno di questa caratteristica, altrimenti il riconoscimento rimane solo una vuota etichetta.

Magari avranno il coraggio, da veri politici vecchio stampo, di metterci mano POCO PRIMA DELLE ELEZIONI credendo che i Pergolesi possano ancora cadere nei loro tranelli pre-elettorali.
L’amministrazione Baldelli-Fratelli d’Italia non è nuova a queste strategie: lasciare andare al degrado per anni un bene pubblico (ad esempio i giardini) per poi restaurarlo con grandi proclami pubblici, spendendo ovviamente molti più soldi di quelli che sarebbero stati necessari se fosse stata fatta una costante manutenzione.
Inaugurazioni e foto per gli amministratori, ma disagi e maggiori spese per i cittadini.

Baldelli Sindaco.
Per altri 5 anni di DANNI.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.