Pergola città dei bambini?

Pergola città dei bambini.
Un film all’anno proiettato in mezzo ad una strada: f
inisce qui la “città dei bambini” per questa amministrazione. 
I gonfiabili alle due o tre feste che fanno durante l’anno non contano. Benvengano ma non sono queste le cose che cambiano la qualità della vita alle famiglie e ai bambini; e non contano nemmeno i tanto decantati nuovi giochi ai giardini visto che c’erano anche prima e visto che sono gli unici in buono stato (e solo perché sono nuovi).
Li avete visti invece i giochi negli altri giardinetti di Pergola?
Li avete visti quelli dietro la piscina? 
Dieci anni senza una adeguata manutenzione, mentre la targhetta posta sui giochi stessi riporta “Prodotto da sottoporre a controllo manutentivo semestrale”.
Sono semidistrutti e pericolosi: gradini e molti altri pezzi non ci sono più, mangiati dall’incuria, e l’intera struttura pende da una parte come la torre di Pisa.
A questo punto meglio toglierli del tutto, no?
Vogliamo forse aspettare che qualche bimbo ci si faccia male?
Anche questa volta (ormai siamo abituati a questa patetica consuetudine) daranno la colpa alle amministrazioni precedenti, anche se dalla foto si può vedere che nel 2010 i giochi erano ancora in ottimo stato, nonostante avessero già 12 anni di vita; c’era ancora tutto: tetto, ringhiere, gradini, altalena e tutto il resto.
Ora sembrano i giochi dei giardinetti del Bronx.
Le altre aree giochi di Pergola non sono messe meglio e invitiamo tutti andarle e vedere con i propri occhi. 
 Baldelli sindaco, per altri 5 anni di danni.

Soluzione e consigli
Ovviamente al primo posto c’è la manutenzione: se è fatta costantemente le cose durano molti anni, se si attende che marciscano poi si è costretti a buttare via tutto e ricomprare (come è successo per i giardini al centro di Pergola). 
Tanto pagano i cittadini.
Visto che giochi come quelli dietro la piscina andranno per forza di cose sostituiti, consigliamo di orientare la scelta verso giochi per bambini costruiti con legno che non necessita di trattamenti, come la robinia (acacia) e sono quindi più ecologici e moderni (e ai bambini piacciono di più!)
Forse, per fortuna ogni tanto si vota, si dovrà attendere la prossima amministrazione per vedere un po’ di attenzione verso i più piccoli e un pò più di cura per la città.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.